Aderisci al Gruppo Facebook "Una copia della Costituzione Italiana al muro di ogni aula scolastica"

Un punto d'incontro per contribuire a favorire la comunicazione, l'informazione e la diffusione della Cultura in tutti i suoi aspetti, semplicemente proponendo degli argomenti anche attraverso l'espressione di idee ed opinioni.

________________________________________________________________________

L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà: se ce n'è uno è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme.
Due modi ci sono per non soffrirne.
Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più.
Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e che cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno e farlo durare e dargli spazio".
Italo Calvino da: Le città invisibili (1972)

_______________________________________________________________

"Animale politico" e "Uomo politico" ...

"Animale politico" e "Uomo politico" ...
Nelle società cosiddette civili l' Uomo è un "Animale Politico", anche colui che si astiene poichè, suo malgrado, contribuisce comunque, non partecipando, alla qualità della Politica.
Egli, l'Uomo, è, francamente detto, un'essere imperfetto quindi indotto a sbagliare, quando non lo fa volutamente può, prima o poi, comunque stancarsi e cedere, per i suoi umani limiti, alle occasioni che la vita gli offre.
Ciò vuol dire che l' Uomo spesso fallisce, ma questo non esclude sia suo Diritto e Dovere battersi, fino ad allora, per le idee progressiste che possono apportare piccoli o grandi miglioramenti alla Società.
Quando questo avviene egli è diventato un vero "Uomo Politico".

Giovanni Intagliata

______________________________________________________________

La libertà và sempre conquistata

AugustaVìvã lancia una proposta d'opinione sulla gestione dei Registri Tumori delle zone industriali

La gestione dei Registri Tumori è giusto che sia a carico del Ministero o di una semplice associazione culturale?
Esprimi la Tua opinione utilizzando la "proposta d'opinione" pubblicata qui a lato
__________________________________________________________________

AugustaVìvã lancia una proposta d'opinione sull' "Accorpamento" del Ministero della Salute

Il Ministero della Salute viene accorpato al Ministero del Welfare. Cosa ne pensi? Esprimi la Tua opinione nella "Proposta d'opinione" qui a lato.
_______________________________________________________________________

Sconcertante denuncia del Prof. Giordano: "i fondi per la Ricerca sul Cancro vanno solo al Nord"

_____________________________________________

_____________________________________________

giovedì 31 luglio 2008

IL PARADISO ALL' IMPROVVISO.




La revoca, tramite delibera di Giunta, di tutti i pareri positivi rilasciati dal Comune di Augusta ad impianti di incenerimento previsti nel suo territorio.
Questo l'oggetto che il sottoscritto sente l'obbligo di proporre, con una certa priorità, ai nuovi Assessori dell'Amministrazione Carrubba per una delle prime riunioni di Giunta, poiché è impensabile accettare autorizzazioni a nuovi impianti industriali, di qualunque natura essi siano, senza che si sia fatta completa luce sul nesso di causalità tra inquinamento e malattie, ovvero porsi seriamente l'interrogativo se ci troviamo ancora in un territorio ad "alto rischio di crisi ambientale" o se, improvvisamente e come d'incanto, la fascia che va da Augusta a Siracusa sia diventata un paradiso terrestre con bellissime coste bagnate da un azzurro mare e con entro-coste coltivate a rigogliosi alberi da frutto grazie a fresche sorgenti di pura acqua cristallina.
Sul fatto che gli inceneritori rischino di essere altamente inquinanti non possono esserci dubbi poiché questo è stato comprovato da più studi e ricerche scientifiche, ma se ciò non bastasse vorrei ricordare la tesi non veritiera degli impianti per Biomasse, fu infatti l'On. Eugenio Minasso, nel settembre 2007, a denunciare che gli impianti per Biomasse fossero degli “inceneritori mascherati costosi ed inquinanti”. A comprovare ulteriormente la pericolosità ambientale e sanitaria del metodo d'incenerimento è appunto il fatto che non si stia dicendo il vero sul "tranquillizzante utilizzo di legno vergine" da bruciare in questi impianti.
All'annullamento dei pareri sugli inceneritori dovrebbero seguire tutti gli strumenti necessari per istituire le 5 isole ecologiche che erano state previste in città e un centro comunale di raccolta, le sole strutture che, favorendo la raccolta differenziata, sarebbero in grado di ridurre la grande mole di rifiuti prodotti, strutture la cui mancanza caratterizza una comunità per la sua arretratezza in fatto di igiene e civiltà simile a realtà da terzo mondo, per rendersene conto basterebbe, giornalmente, dare un occhiata nei pressi dei cassonetti dei rifiuti dove, in particolare in questo periodo, vengono depositati numerosi e ingombranti rifiuti durevoli.
31/07/08 Giovanni Intagliata
(iscritto, dal 2003, ai democratici di Sinistra)

venerdì 25 luglio 2008

«Possibile avere un mare pulito»


Intagliata propone di collegare la fogna al depuratore Ias
«Possibile avere un mare pulito»

«Un cancello che sbarra l'accesso alla costa rappresenta uno dei più arroganti simboli dell'indebita appropriazione privata a danno del bene comune così come il versamento di acque nere in mare, trovandoci nel terzo millennio, costituisce una grave macchia per la classe politica».A sostenerlo è Giovanni Intagliata, dal 2003 esponente dei Democratici di sinistra, ora confluiti nel Pd. «Vorrei però segnalare un esempio di mare "concesso" a chi non può concedersi costosi lidi e ferie oltreporta... basta semplicemente far finta di non vedere il pericoloso eternit e tapparsi il naso per non sentire il nauseabondo "profumo" di una distesa di alghe morte che caratterizzano quella che potrebbe essere, se bonificata, una simpatica spiaggetta sita appena dopo il Club nautico in zona Granatello. Mi meraviglia che i sensibili uffici comunali di competenza non siano ancora intervenuti». In tutta la costa vige il divieto di balneazione, quindi gli impianti della Marina militare sono solo elioterapici, come del resto è scritto in più parti all'interno degli stabilimenti destinati ai militari attivi, a quelli in congedo e ai loro ospiti. «Nel terzo millennio - sottolinea Intagliata - è vergognosa la mancanza di un depuratore e diventa oltraggiosa se si pensa che gli impianti dell'Ias non è tanto distante. Già esiste la tubazione che da Augusta arriva a Punta Cugno, - spiega - si interrompe per un breve tratto e poi c'è la condotta che collega tutta la zona industriale fino all'Ias. Il tratto mancante quindi secondo voci di corridoio consolidate nel tempo e mai smentite, parlano è di 500 metri o al massimo un chilometro».Intagliata suggerisce di completare la condotta per convogliare le acque nere della città e «dirottarle» dal mare al depuratore, quindi restituire ai cittadini specchi d'acqua in cui diventi possibile fare il bagno.
Anna Burzilleri "La Sicilia" 25 luglio 2008

martedì 22 luglio 2008

Il mare negato e quello "concesso"

(spiaggia colma di alghe morte)

(sentiero-discarica che porta alla spiaggia)

Un cancello che sbarra l'accesso alla costa rappresenta uno dei più arroganti simboli dell'indebita appropriazione privata a danno del bene comune così come lo sversamento di acque nere in mare, trovandoci nel terzo millennio, costituisce una grave macchia per la classe politica, ecco perchè ritengo che l'amico Raimondo Raimondi ha esattamente riportato la realtà sul mare negato e sulla situazione balneare che riguarda la nostra città.
Io vorrei invece segnalare, anche fotograficamente, un esempio di mare "concesso" a chi non può concedersi costosi lidi e ferie oltreporta ...basta semplicemente far finta di non vedere il pericoloso eternit e tapparsi il naso per non sentire il nausebondo "profumo" di una distesa di alghe morte che caratterizzano quella che potrebbe essere, se bonificata, una simpatica spiaggetta sita appena dopo il Club Nautico in zona granatello. Mi meraviglia che i sensibili uffici comunali di competenza non siano ancora intervenuti.


Giovanni Intagliata

(iscritto,dal 2003, ai Democratici di Sinistra)

lunedì 14 luglio 2008

Chissà se al Principe Umberto piacevano i capperi ...

(Via Principe Umberto-Augusta)


Bau bau ...al bagno


(zona saline - granatello)

mercoledì 2 luglio 2008

Concetto Mendola e la sua "Casa Gialla"

Nuovo inserimento nella sezione AugustaPittorica
Concetto Mendola


torna su ...clicca giù

Augusta Viva - 2007 © Copyright - Tutti i diritti riservati
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato, senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base di opinioni, commenti, segnalazioni, contributi culturali mai da ritenersi comunicati stampa giornalistici, ma di aggiornamento occasionale. Pertanto, non può essere considerato, ne si ritiene, in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.

I sondaggi pubblicati in questo sito non hanno alcun valore statistico ne scientifico. Si tratta infatti di argomenti proposti a tutti e non basati su un campione elaborato scientificamente. Il loro unico scopo è di dare ai visitatori un facile strumento per esprimere la propria libera opinione e conoscere quella degli altri su temi di attualità e di cultura.