Aderisci al Gruppo Facebook "Una copia della Costituzione Italiana al muro di ogni aula scolastica"

Un punto d'incontro per contribuire a favorire la comunicazione, l'informazione e la diffusione della Cultura in tutti i suoi aspetti, semplicemente proponendo degli argomenti anche attraverso l'espressione di idee ed opinioni.

________________________________________________________________________

L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà: se ce n'è uno è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme.
Due modi ci sono per non soffrirne.
Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più.
Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e che cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno e farlo durare e dargli spazio".
Italo Calvino da: Le città invisibili (1972)

_______________________________________________________________

"Animale politico" e "Uomo politico" ...

"Animale politico" e "Uomo politico" ...
Nelle società cosiddette civili l' Uomo è un "Animale Politico", anche colui che si astiene poichè, suo malgrado, contribuisce comunque, non partecipando, alla qualità della Politica.
Egli, l'Uomo, è, francamente detto, un'essere imperfetto quindi indotto a sbagliare, quando non lo fa volutamente può, prima o poi, comunque stancarsi e cedere, per i suoi umani limiti, alle occasioni che la vita gli offre.
Ciò vuol dire che l' Uomo spesso fallisce, ma questo non esclude sia suo Diritto e Dovere battersi, fino ad allora, per le idee progressiste che possono apportare piccoli o grandi miglioramenti alla Società.
Quando questo avviene egli è diventato un vero "Uomo Politico".

Giovanni Intagliata

______________________________________________________________

La libertà và sempre conquistata

AugustaVìvã lancia una proposta d'opinione sulla gestione dei Registri Tumori delle zone industriali

La gestione dei Registri Tumori è giusto che sia a carico del Ministero o di una semplice associazione culturale?
Esprimi la Tua opinione utilizzando la "proposta d'opinione" pubblicata qui a lato
__________________________________________________________________

AugustaVìvã lancia una proposta d'opinione sull' "Accorpamento" del Ministero della Salute

Il Ministero della Salute viene accorpato al Ministero del Welfare. Cosa ne pensi? Esprimi la Tua opinione nella "Proposta d'opinione" qui a lato.
_______________________________________________________________________

Sconcertante denuncia del Prof. Giordano: "i fondi per la Ricerca sul Cancro vanno solo al Nord"

_____________________________________________

_____________________________________________

mercoledì 17 gennaio 2007

SondAugusta



Cosa pensi del Ponte sullo stretto di Messina?

a) E' un opera indispensabile perchè ...

b) E' un opera utile ma non necessaria perchè ...

c) E' un opera utile ma vi sono le seguenti priorità ...

d) E' un opera inutile, non serve al progresso della Sicilia perchè ...

e) E' un opera dannosa perchè ...

f) Altro ...

4 commenti:

Loris Riera ha detto...

Caro Giovanni,
le risorse per amplificare la sua voce, per fortuna, sembrano non mancare. Apprendo che il partito a cui si sente legato tenta di delegittimare il suo ruolo di opinionista. Ma lei che in passato si è definito 'cittadino libero' non dovrebbe risentirne. Anzi, se dapprima la sua anima libera doveva fare i conti con le esigenze (e con le censure) di una sezione locale dei DS, oggi si trova alleggerita e può esprimersi con tutti i mezzi a disposizione. Pubblicare le proprie opinioni, tuttavia, deve osservare un codice deontologico non scritto. Spesso si lanciano messaggi spigolosi che non si solubilizzano nel mare delle notizie e suscitano critiche annoiate e maligne. L'opinione va fatta fermentare, va dibattuta e sottoposta alla critica degli amici, dei conoscenti. Così si raffina, sveste la corazza del siluro per rivestire i morbidi panni dell'idea intelligente e diplomatica.
Le auguro di dare vita a un importante dibattito sulle problematiche cittadine. Seguirò con attenzione gli sviluppi del suo blog. A presto. Loris Riera

Luke ha detto...

Trovo che dal punto di vista del saggio di rendimento è pressochè inutile nel lungo termine, stesso identico discorso della TAV torinese. Anche nel caso arrecasse un sostanziale valore aggiunto, in Italia costruire un'opera del genere, è impresa proibitiva dal punto di vista finanziario. Con la classe politica che abbiamo e con la corruzione dilagante tra cittadini e istituzioni verrebbe a costare il triplo di quanto messo a bilancio. Il ponte sullo stretto per me è un falso problema, e forse una falsa necessità, ma questo da romano non posso dirlo con certezza
Ciao visita il mio blog
http://futuribilepassato.blogspot.com

Anonimo ha detto...

Non so che dire. Io credo non sia il momento di fare quel ponte. Io non vorrei assolutamente che lo facessero.Il motivo principale e che già adesso con i traghetti si passa e a quanto pare il costi del ponte sono troppo elevati e passare dal ponte con la macchina costerebbe più del traghetto.
Non so ninte su quanto verrebbe a costare e quanto tempo ci vorrebbe per rimpiazzare tutte le spese sostenute.
Ma se bobbiamo fare un ponte a perdere io non vorrei mai che lo facessero.
Forse quando tutto sara sistemato debiti italiani e politica c farei un pensierino.
Comunque facendo un pò i conti credo che quel ponte non sia necessario.

gegge di giacomo ha detto...

penso che chi dice che il ponte è inutile è una persona che non pensa che l'industria del turismo possa spostarsi in sicilia perche l'adriatico ha il monopolio e in sicilia è un oppurtinità che puo sconfiggere tanti mali cronoci.
E' come dire che l'energia alternativa è solo solare ed eolica cio vuol dire che la sua cultura è limitata dalla publicità politica o simile

torna su ...clicca giù

Augusta Viva - 2007 © Copyright - Tutti i diritti riservati
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato, senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base di opinioni, commenti, segnalazioni, contributi culturali mai da ritenersi comunicati stampa giornalistici, ma di aggiornamento occasionale. Pertanto, non può essere considerato, ne si ritiene, in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.

I sondaggi pubblicati in questo sito non hanno alcun valore statistico ne scientifico. Si tratta infatti di argomenti proposti a tutti e non basati su un campione elaborato scientificamente. Il loro unico scopo è di dare ai visitatori un facile strumento per esprimere la propria libera opinione e conoscere quella degli altri su temi di attualità e di cultura.