Aderisci al Gruppo Facebook "Una copia della Costituzione Italiana al muro di ogni aula scolastica"

Un punto d'incontro per contribuire a favorire la comunicazione, l'informazione e la diffusione della Cultura in tutti i suoi aspetti, semplicemente proponendo degli argomenti anche attraverso l'espressione di idee ed opinioni.

________________________________________________________________________

L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà: se ce n'è uno è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme.
Due modi ci sono per non soffrirne.
Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più.
Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e che cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno e farlo durare e dargli spazio".
Italo Calvino da: Le città invisibili (1972)

_______________________________________________________________

"Animale politico" e "Uomo politico" ...

"Animale politico" e "Uomo politico" ...
Nelle società cosiddette civili l' Uomo è un "Animale Politico", anche colui che si astiene poichè, suo malgrado, contribuisce comunque, non partecipando, alla qualità della Politica.
Egli, l'Uomo, è, francamente detto, un'essere imperfetto quindi indotto a sbagliare, quando non lo fa volutamente può, prima o poi, comunque stancarsi e cedere, per i suoi umani limiti, alle occasioni che la vita gli offre.
Ciò vuol dire che l' Uomo spesso fallisce, ma questo non esclude sia suo Diritto e Dovere battersi, fino ad allora, per le idee progressiste che possono apportare piccoli o grandi miglioramenti alla Società.
Quando questo avviene egli è diventato un vero "Uomo Politico".

Giovanni Intagliata

______________________________________________________________

La libertà và sempre conquistata

AugustaVìvã lancia una proposta d'opinione sulla gestione dei Registri Tumori delle zone industriali

La gestione dei Registri Tumori è giusto che sia a carico del Ministero o di una semplice associazione culturale?
Esprimi la Tua opinione utilizzando la "proposta d'opinione" pubblicata qui a lato
__________________________________________________________________

AugustaVìvã lancia una proposta d'opinione sull' "Accorpamento" del Ministero della Salute

Il Ministero della Salute viene accorpato al Ministero del Welfare. Cosa ne pensi? Esprimi la Tua opinione nella "Proposta d'opinione" qui a lato.
_______________________________________________________________________

Sconcertante denuncia del Prof. Giordano: "i fondi per la Ricerca sul Cancro vanno solo al Nord"

_____________________________________________

_____________________________________________

giovedì 11 gennaio 2007

Un centro-sinistra immaturo? Le primarie iniziarono " l'opera ", uno scandalo potrebbe completarla.

Astenermi alle primarie, a prescindere da quanto sia valsa questa decisione per il contesto, è stata esattamente una mia specifica e ponderata scelta, mi rifiutavo infatti, soprattutto dopo che la società italiana ha assitito alla grave miopia politica e alle leggi ad personam della destra e quindi ritenendo più che mai che bisognasse fare di tutto per vincere nella competizione elettorale, di accettare mentalmente l'immaturità politica della coalizione di centro-sinistra che non sapesse mettersi d'accordo su un candidato unico senza ricorrere all'elettorato, pena, secondo la mia opinione, il rischio di spaccature interne e il più alto rischio di una precaria stabilità di voto, negatività che all'epoca avrei definito "reminiscenze post-primarie". E' logico ritenere che se le primarie portassero con se un alto rischio di indebolimento nella coalizione figuriamoci, manco a dirlo, eventuali scandali generati intrinsecamente, come è sotto gli occhi di tutti, dal troppo sottile confine tra politica e affari, e come volevasi dimostrare ecco proprio in questo momento, "inopportuna" più che mai, arriva una prima "tornata" scandalistica a confondere, a gelare, ad allibire il popolo idealista di centro sinistra, e ciò mentre si è ormai in avviata campagna elettorale, rischiando così la cosa "meno sperata" e cioè rischiare di servire in un piatto d'argento una vittoria alla destra che, in condizioni normali difficilmente potrebbe ottenere. Per la verità anche ad altri livelli e soprattutto in certe regioni le cose non stanno tanto diversamente, ma, nonostante il confine politica-affari sembra quasi non esistervi più, questo non genera nessuno scandalo come fosse ormai un fatto accettato e digerito a "maggior ragione" visto che sembra essere un "fenomeno" bi-partisan. C'è comunque da considerare un aspetto importante e grave e cioè che tanti iscritti ai partiti di sinistra, tanti appassionati e attivisti, tanti cittadini idealisti puri si sentono traditi e colpiti moralmente, idelogicamente e praticamente poichè se qualcuno tra i vertici "mischia" chi ci rimette la faccia è anche la base e allora si prova forte, seppur brevemente, la tentazione di non poter dare torto a chi asserisce che la partitocrazia bene non fa alla politica, a chi asserisce che la partitocrazia altro non è che un insieme di corti con i propri principi o tanti feudi con relativi spavaldi signorotti che considerano la politica come qualcosa di privato ed esclusivo da gestire a proprio uso e consumo. Naturalmente rimane viva la speranza che il trambusto causato dallo scandalo si possa circoscrivere magari in una ampolla fumosa che nonostante si vedrà inevitabilmente possa comunque non rivelarsi troppo "densa", soffocante e perdurante. C'è da concludere senza facile e gratuito moralismo ma anzi molto razionalmente che forse il politico onesto è solo quel politico capace di dare risultati e soprattutto quello che riesce comunque a non fermare il progresso di cui deve beneficiare una società civile, ...nonostante tutto.
Giovanni Intagliata
05/01/06

Nessun commento:

torna su ...clicca giù

Augusta Viva - 2007 © Copyright - Tutti i diritti riservati
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato, senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base di opinioni, commenti, segnalazioni, contributi culturali mai da ritenersi comunicati stampa giornalistici, ma di aggiornamento occasionale. Pertanto, non può essere considerato, ne si ritiene, in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.

I sondaggi pubblicati in questo sito non hanno alcun valore statistico ne scientifico. Si tratta infatti di argomenti proposti a tutti e non basati su un campione elaborato scientificamente. Il loro unico scopo è di dare ai visitatori un facile strumento per esprimere la propria libera opinione e conoscere quella degli altri su temi di attualità e di cultura.